Cammino Liguria

“Che ne sarà del mio viaggio?”

Chi mi conosce sa bene che “Prima del viaggio” di Eugenio Montale è una delle mie poesie preferite e, non a caso, ha proprio il viaggio come tema portante …

Mi chiamo Luigi.

Primo piano adesso

Sono nato in provincia di Como a Mariano Comense nel 1955, mio padre era veneto e mia madre salentina (Puglia). Ho abitato nel Comasco, in Brianza e adesso nella Martesana (zona est di Milano), a Cambiago.

Già da queste premesse si potrebbe intuire come a me non piaccia molto stare fermo in un luogo. Nelle righe del mio DNA la parola “viaggio” è scritta a chiare lettere ed è ripetuta più volte!
Fin da piccolo, non so perché, sentivo la noia a pensare di trascorrere le mie vacanze fermo sulla spiaggia o di andare sempre nello stesso luogo di villeggiatura.

Volevo scoprire il mondo!

Durante l’adolescenza mi hanno fatto compagnia due personaggi in particolare:

  • il primo uomo sulla Luna che mi apre a mondi sconfinati, al rischio, alla possibilità di non tornare;
  • Walter Bonatti che leggevo nel settimanale “Epoca” che mio fratello maggiore comprava: un uomo che da solo scopriva il mondo.

Unisci le due cose: l’infinito e l’avventura … ed è fatta!Viaggio in Terra Santa

Con il poco che avevo ho cominciato a viaggiare, in bici, in treno e più avanti in auto.

Andavo a trovare gli amici in vacanza,  mi divertivo ad avventurarmi in viaggi in auto-stop e a prendere dei treni
particolari nell’entroterra italiana.

Ho scoperto libri che raccontano di luoghi stupendi, leggo romanzi di autori che descrivono luoghi meravigliosi (George Simenon in primis) …

Ho inventato la modalità viaggio “BLITZ“: viaggi corti (non avendo molto tempo e denaro) tesi a scoprire l’essenziale del luogo visitato. Invito gli amici e si inizia!
Le mete sono inizialmente in Italia ma ben presto si passa alla Francia, alla Germania, alla Svizzera, alla Spagna, etc.

Viaggio in Spagna 2L’incontro con amici con lo stesso ideale mi accompagna e mi ha sempre fatto scoprire molte più cose di quelle che pensavo.

Preparare un viaggio è già una goduria … è già IL viaggio!

Leggere un libro, guardare le cartine… Adesso poi c’è Internet che da un lato rovina la sorpresa, ma dall’altro aiuta molto nel prepararsi.

Nel frattempo mi sono sposato, ho avuto 4 figli e ora 4 nipotini che mi piace portare in giro nelle mie passeggiate.

Ora che sono in pensione posso dedicarmi sempre di più alle mie passioni e lo faccio anche grazie all’attività di volontariato presso il Touring Club (per l’iniziativa “Aperti per voi”).

Insomma, la mia vita è sempre in movimento ed è ricca di fatti inaspettati che solo chi parte per un viaggio può capire.

Per questo mi è tanto caro l’ultimo verso della poesia citata prima:

Un imprevisto è la sola speranza.

Ma lo slogan della mia vita è una frase del Santo Giovanni Paolo II che ho sentito per la prima volta nel 1980:

La vita è la realizzazione del sogno della giovinezza.

…da allora è così!

Si parte! Buon Viaggio!buon viaggio

INIZIA A LEGGERE!

 Sei un nuovo lettore? Iscriviti gratuitamente alla newsletter!

 Anch'io odio lo spam ... la tua email è al sicuro!