Diario di un viaggio in Scozia compiuto da 4 amici nel maggio 2006

INTRODUZIONE

Siamo quattro amici e ogni tanto riusciamo ad intraprendere un viaggio, di media che dura una settimana, soprattutto con mete europee.

Questa volta la scelta cade sulla Scozia e per la precisione sulle “Highlands” (altopiani).

Perché un viaggio in Scozia?

L’amico Pier, che spesso sentirete nominare, è l’ideatore del viaggio: era stato l’anno scorso e vuole ritornare.

“Vi propongo di venire in un luogo affascinante e misterioso, pieno di luce e ombre, ricco di mistero”.

diario di viaggio in scozia luci ombre

Non è la prima volta che ci propone mete particolari e visto che siamo stati sempre bene accettiamo anche questo invito.

Anche perché questa proposta coincide con il suo sessantesimo compleanno.

Mi lega una grande amicizia con lui: in tutti questi anni mi ha fatto scoprire luoghi, esperienze che ci hanno  arricchito in tutti i sensi e soprattutto la nostra amicizia si è rafforzata sempre di più.

Un “viaggiare” per conoscere sempre di più noi stessi, non un viaggiare per distrarci dai problemi della vita ma per imparare a viverli.

Lo proponiamo ad altri due amici, Alberto ed Egidio, amici di vecchia data, che ci stanno.

Il punto importante è che ci conosciamo bene tutti e quattro: conosciamo i nostri limiti ma anche i nostri pregi.

Questo è decisivo! Ognuno di noi deve sempre fare “un passo indietro” e non fissarci sulle nostre magari giuste decisioni.

diario di viaggio in Scozia amici

Pier, Luigi, Alberto ed Egidio durante una colazione scozzese

Visto che possiamo, come periodo scegliamo un mese non affollato di turisti: maggio.

Altra caratteristica del viaggio è che ci prepariamo nei mesi precedenti con letture a tema,  sulla regione che andremo vedere, le sue particolarità, le sue mete, la sua storia.

Un mese prima prepariamo la bozza di percorso, per me ancor più importante perché sarò il navigatore: studiare le strade, le distanze, calcolare tempi.

Non per programmare tutto, ma per sapere dove siamo e dove stiamo andando…ben sapendo che l’imprevisto è l’unica speranza!

CONTINUA A LEGGERE

PARTENZA

Commenti