Prologo

Per spiegarti meglio cos’è stata la mia esperienza del Cammino di Sant’Agostino, parto dall’inizio, dal motivo che mi ha spinto a intraprendere questa avventura. E te lo racconto con il prologo del mio libro sul Cammino … ebbene sì, ho scritto un libro! Un libro che è il diario della mia personale esperienza … tappa dopo tappa, passo dopo passo. Lo puoi trovare anche su Amazon in versione ebook:

PS: se clicchi sul link, vedrai la pagina di Amazon con il mio libro in formato ebook a 2 euro e se clicchi su “leggi l’estratto”, potrai leggere le prime 3 pagine con le rispettive fotografie …. magari poi ti viene voglia di leggerlo tutto!

Eccolo il prologo:

Certe cose nascono all’improvviso.

Ho sempre desiderato fare un pellegrinaggio, ma tanti ostacoli sembravano dirmi di no; non per l’ultimo l’infarto che ho avuto nel gennaio 2013. Ritrovo il libro “Il Cammino di Sant’Agostino. Un Pellegrinaggio in Brianza” che avevo acquistato nel 2009. Lo sfoglio e nasce un’idea mitica: è il cammino adatto a me! Vicino a me, con tappe brevi (il cardiologo mi ha vietato lunghi percorsi) che decido volta per volta, seguendo la presenza di Maria: il cammino è l’unione di questi puntini tra un santuario e l’altro. Quindi un cammino di ringraziamento, di aiuto per imparare a pregare, di preghiera per tutti. Sto iniziando a sperimentare il “volersi bene”, cioè vivere come Dio mi ha creato. Maria è presente per aiutarci in questo. Si verifica e si parte. Lo comunico a mia moglie Tiziana (Titti) e spero che mi accompagni in qualche tratto. E si va!

Alcune precisazioni:

  • IL LIBRO di cui parlo nel prologo è “Il Cammino di Sant’Agostino. Un pellegrinaggio in Brianza” di Renato Ornaghi (il presidente dell’Associazione del Cammino): è un libro del 2009 ed è stata la prima guida del pellegrinaggio. Si può trovare ancora su amazon (guardalo), ma adesso c’è la nuova Guida al Cammino che si intitola “Il Cammino della Rosa“, sempre di Renato Ornaghi. Te ne parlo meglio QUI.
  • cammino-sant-agostino-credenziale-inizio-fineLE DATE: ho intrapreso il Cammino di Sant’Agostino il 3 settembre 2013 da Monza (Santa Maria delle Grazie) e ho concluso il percorso il 2 giugno 2014 a Pavia (San Pietro in Ciel d’Oro).  Il bello di questo percorso è che è un unico grande pellegrinaggio, ma divisibile in 50 pellegrinaggi più piccoli da fare anche separatamente.  Come ogni cammino che si rispetti, anche questo ha la sua credenziale e ogni tappa ha il suo timbro. Per saperne di più leggi qua: La credenziale del Cammino di Sant’Agostino.
La credenziale del Cammino di Sant'Agostino

La mia credenziale completa!

Pellegrini del Cammino di SantAgostino

  • CHI: il Cammino di Sant’Agostino è per tutti! Dai solitari ai gruppi di amici, dalle coppie alle famiglie. A piedi o in bici. Le tappe variano in difficoltà e in lunghezza, quindi ognuno può trovare il percorso adatto alle sue esigenze. Gran parte del pellegrinaggio l’ho fatto da solo, ma spesso mi ha accompagnato mia moglie e a volte gli amici.

 

 

 

  • DA SCOPRIRE:  durante il cammino si scoprono santuari, ville neoclassiche, monti, parchi, fiumi, canali, città, paesi, le corti e il lavoro … la vita, insomma!Milano nel cammino di sant'agostino
  • Incontri: non solo bellezze da vedere, ma anche da incontrare. Perché mentre cammini trovi altre persone, scambi due parole. Ti fanno compagnia animali simpatici – e non. E soprattutto conosci i grandi del passato e del presente: dallo stesso Agostino ad Ambrogio, da Leonardo da Vinci a Bernardino Luini e tanti altri …

Insomma, è stata un’esperienza incredibile che consiglierei a tutti!

Ecco il trailer del film sul cammino fatto con le mie foto. Il video completo arriverà a breve!

Alla fine del cammino …

La domanda del prologo me la sono portata fino alla fine: “Ho imparato a volermi bene?”. Non si può rispondere e chiudere la questione … la domanda è sempre aperta. Ma qualcuno ci ha detto:

Aspettatevi un cammino, non un miracolo.

cammino-sant-agostino-pellegrino

Se ti sei perso l’introduzione generale del Cammino, eccola: Il Cammino di Sant’Agostino.

Se vuoi avere maggiori informazioni sul libro-guida del Cammino o non sai dove trovarlo, CLICCA QUI.

QUESTO invece è il sito ufficiale del Cammino

Hai fatto anche tu qualche tappa del Cammino di Sant’Agostino? Cosa ti ha sorpreso di più? Raccontami!

Commenti