LO SPETTACOLO DELLA LUCE E DEL VENTO

Una proposta per vivere un’emozione unica: provare l’esperienza di stare ai confini del mondo, provare a stare in un “capolavoro”.

Non c’è niente come la libertà della strada aperta e lunga, fatta di sentieri tortuosi e nascosti.

Qui, sulla North Coast 500 in Scozia, dove la luce è a volte fortissima e a volte cupa, ma sempre protagonista; qui dove si viaggia lenti, si va piano. La strada non permette la velocità. La strada ti obbliga a godere del paesaggio, degli innumerevoli particolari, degli incontri incredibili, appunto dei “capolavori”. A volte il sole e subito dopo la pioggia, forte. E poi lui, il maestoso: c’è dappertutto e ti accompagna in ogni luogo, lo senti e quando non c’è ti manca … chi è? Il vento!

Anche lui sembra che nasca adesso, chissà da dove. Qui sembra di stare alle origini del mondo. Le nuvole che corrono veloci ricoprono questa terra primordiale.

Ma non sempre è stata così: qui vivevano popoli ricchi di tradizioni, di fedi, di riti. Pensate al film “Braveheart” (del 1995, diretto da Mel Gibson che narra la storia, romanzata, del patriota ed eroe nazionale scozzese William Wallace): popoli che sono stati costretti a lasciare questa terra, che oggi sembra così desolata.

Per questo vi invito a leggere, prima di partire,  per saperne di più di questa terra e di questo popolo, il libro, semplice e breve: “Il cardo e la croce. La Scozia: una storia di fede e di libertà” di Paolo Gulisano.

La North Coast 500 in Scozia, ovvero, la Route 66 delle Highlands

Siamo nelle Highlands, sinonimo di natura selvaggia dove l’uomo è presente solo con la striscia d’asfalto che si percorre. Si tratta di una nuova strada costiera annunciata come la risposta della Scozia alla Route 66 americana.

Si forma un anello intorno a tutto il punto più a nord della Scozia: il percorso inizia nella città settentrionale di Inverness, poi lungo la costa occidentale di Applecross e a nord verso le città vivaci di Torridon e Ullapool. Da lì, si avventura su alcuni dei punti della costa più a nord in Scozia, passando per Caithness e John o ‘ Groats prima di dirigersi a sud di nuovo attraverso Dingwall.

L’itinerario è stato progettato dall’ “Highland Iniziative Nord“, una organizzazione no-profit fondata dal Principe Carlo per diffondere l’amore in parti meno visitate delle Highlands settentrionali.

Cosa c’è da vedere?

La natura, sicuramente; ma anche castelli, borghi, resti medievali, montagne nelle terre di Mordor della Terra di Mezzo; se siete alla ricerca di sabbie solitarie, il surf epico o la pura bellezza naturale, le spiagge delle Highlands settentrionali hanno tutto.

In tutto questo troverete un paio di scoperte inattese. A Achmelvich Bay, potrete esplorare uno dei più piccoli castelli d’Europa , conosciuto come il Castello di Eremita; assistere a tutti i tipi di vita marina a Gairloch Beach; pernottare su una spiaggia deserta e svegliarsi al suono delle onde che si infrangono.

Il viaggio vi porterà attraverso paesaggi incorniciati da antica geologia. Per esempio sulla punta più a nord della Scozia: Smoo Cave è una grotta accattivante sede di uno dei più grandi ingressi di grotta marina in Gran Bretagna con un’altezza di 50 piedi; per non parlare della cascata spettacolare in caso di pioggia.

E per le soste?

La North Coast 500 in Scozia ha un sacco di cibo e bevande:  provate il pesce fresco al Kishore Seafood Bar in Wester Ross o una sosta al Lochinver Larder per quelle che sono state ritenute le “migliori torte nelle Highlands”. Si consiglia una cioccolata calda a Cocoa Mountain o in una casa Wee a Piazza Whaligoe, una caffetteria nascosta appena fuori dalla A9. In alternativa, si può sempre fermarsi per un picnic scozzese nei grandi spazi aperti e godersi il paesaggio; anche una sosta per un bicchierino con un po’ di danza e musica tradizionale al Ceilidh Place a Ullapool e trascorrere una notte presso l’accogliente locanda. Oppure, provare un drink in una delle famose distillerie di Old Pulteney o Glenmorangie.

Io ho percorso in parte questa fantastica strada durante il mio viaggio in Scozia nel 2006. Se ti interessa, LEGGI IL DIARIO!

Partite! In auto, o in camper oppure in moto, e godetevi lo spettacolo, anzi, “il capolavoro”.

Per tutte le informazioni visita il sito ufficiale della North Coast 500 in Scozia.

Tutte le foto, invece, le ho prese dalla pagina ufficiale su Facebook. 

Commenti