San Genesio in mtb. Giovenzana

SAN GENESIO IN MTB – partenza da Merate

Una della salite più care ai MTB della Lombardia è sicuramente l’ascesa al San Genesio.

Il giro conta una trentina di km con un dislivello di 800 mt in tutto, in 2 h senza soste.

La salita al San Genesio in mtb è una tappa della Maraton Bike da molti anni e tappa di qualsiasi ciclista che abita in zona.

La salita è tosta, ma fatta con le dovute soste rimane fattibile e appassionante.

Non rimane solo una salita dura, ma una bellezza che si apre a ogni angolo di sudore.

Infatti il panorama spazia della Pianura Padana, a Montevecchia, al Parco del Curone, tutte le Prealpi Lombarde, dalla Grigna al Resegone, dai Corni di Canzo al Cornizzolo, dal lago di Annone alle colline comasche.

Insomma un vero spettacolo nella durezza della salita e delle sue pendenze.

Io sono partito da Merate per scaldare la gamba alla salita.

Si parte da 292 mt di altezza.

Scendendo verso la Valle del Curone in 4,5 km si arriva dopo la rotonda della provinciale Bergamo-Como e si inizia a salire con pendenze dolci e a volte durette sul 10% fino a Santa Maria Hoè fino ad arrivare alla base della partenza per Colle Brianza, preda di numerosi ciclisti.

Passano 3 km prima di iniziare la salita che a tratti è dolce, mentre a tratti si avvicina anche al 12%.

La vista inizia a aprirsi sulla pianura e sul Comasco, salendo a Colle Brianza dopo quasi 2 km a 559 mt.

A questo punto una leggera sosta è fattibile dato che da lì inizia la salita verso Giovenzana che per 2 km non molla quasi mai sotto il 15% di media, con punte fino al 20%.

Sempre su asfalto, si arriva a Giovenzana con il panorama che si apre maestoso verso il Comasco, la Valle del Curone e la Pianura Padana sino ai grattacieli di Milano.

Si continua dal paesino per altri 2 km su falsopiano, arrivando fino a Cagliano, da dove arriva la salita vera asfaltata per il S.Genesio.

Inizia prima ancora asfaltata per 750 mt con pendenze terribili sul 20% per poi arrivare allo sterrato con pendenze più fattibili con medie del 12% per un altro km.

Arrivati in cima al San Genesio la visuale è stupenda.

La foto qui sotto dimostra la bellezza vista a 853 mt di altezza.

San Genesio in mtb. Panorama

All’eremo la vista è verso la Pianura, sul Ristoro Alpino la vista è sull’Adda verso Lecco e sulle montagne lecchesi, Grigna e Resegone in primis.

Di discese per i MTB ce ne sono a migliaia.

Io consiglio di scendere da Campsirago prendendo un sentiero su radici e sassi verso Aizurro, scendendo cosi a Airuno o a Monastirolo verso Olgiate, per poi tornare a Merate.

Non dimenticatevi il ritorno a Merate che è una leggera salita… ehehehe.

San Genesio in mtb. arrivo

Alla prossima!

Commenti

About the author: Giovanni Gallo

Avatar

Cosa ne pensi?